Organizzatori e istituzioni Sponsor Partners Media partners Social link

Press

Successo per i progetti site specific

Comunicato stampa finale di Territori '15


Si è conclusa sabato 18 luglio con “La Notte” di Pippo Delbono e “Silver” di Marie-Caroline Hominal la terza edizione di Territori – Festival di teatro in spazi urbani. I primi dati indicano che a Territori ’15 hanno assistito complessivamente circa 2'500 spettatori, un risultato leggermente inferiore a quello della seconda edizione (- 200 spettatori) ma migliore di quello registrato nel 2013. A questi 2'500 spettatori andrebbero comunque sommate le centinaia di persone che hanno visto l’installazione urbana “Via nunc patet hostibus et amicis” in Galleria Benedettini. Inoltre non sono conteggiati gli spettatori che hanno assistito ai tre spettacoli fuori programma che per la prima volta hanno dato vita ad un “Territori Off” e che per i cinque giorni di festival hanno animato il centro di Bellinzona con proposte gratuite per tutta la popolazione.

Diverse le ragioni che possono spiegare lo stallo nella progressione del numero di spettatori del programma ufficiale: fra questi il forte caldo che ha in parte tenuto lontano dalle sale il pubblico occasionale, la riduzione da 4 a 3 degli spettacoli programmati al Teatro Sociale a seguito del contenimento del budget per la rinuncia di uno sponsor, e una programmazione complessiva senz’altro più esigente rispetto al passato. Una leggera difficoltà che del resto si apparenta a quella di altre manifestazioni con ben altri budget promozionali, quali Moon and Stars, e che trova riscontro anche nel calo di clienti fatto registrare dagli esercenti del centro cittadino in questo periodo.

Il giudizio sulla manifestazione da parte di pubblico, critica e addetti ai lavori nell’insieme è senz’altro positivo. Molto apprezzati sono stati gli spettacoli site specific, quelli cioè realizzati o adattati per il luogo in cui sono andati in scena a Bellinzona. In particolare hanno registrato il tutto esaurito le tre repliche di “The Walk” degli italo-australiani Cuocolo Bosetti, le tre repliche di “Panik” del collettivo svizzero “Ultra”, le due repliche di “Köszeg – Studio 2” del gruppo ticinese Opera Retablo e la prima assoluta di “I Nauti” di Lorena Dozio, la coreografa luganese residente a Parigi.

Da segnalare anche un aumento del numero di accreditati (giornalisti, direttori di teatri e di festival e altri addetti ai lavori) e una rassegna stampa che per la prima volta registra significativi contributi critici da parte di riviste specializzate e di pagine culturali di prestigiosi quotidiani della Svizzera tedesca, a comprova della qualità della programmazione di Territori ’15.

Dal 14 al 18 luglio Territori ’15 ha proposto 19 titoli fra spettacoli teatrali e di danza, performance, installazioni e residenze di lavoro, cui vanno aggiunti 3 spettacoli fuori programma per la prima volta proposti in “Territori Off”. Dei 19 eventi proposti dal cartellone ufficiale, 5 provenivano dal Ticino, 4 dal resto della Svizzera, 4 dall’Italia e 6 dal resto d’Europa.

Gli organizzatori di Territori (Teatro Sociale Bellinzona – Bellinzona Teatro, Organizzazione Turistica Regionale Bellinzonese e Alto Ticino e Città di Bellinzona) danno sin d’ora appuntamento per la quarta edizione del Festival di teatro in spazi urbani, che si terrà a Bellinzona dal 12 al 16 luglio 2016.

 

 

Una botta di vita in città

Presentato il programma di Territori '15


Il 19 giugno è stato presentato il programma di Territori '15, la terza edizione del Festival di teatro in spazi urbani di Bellinzona. In cartellone figurano una ventina di spettacoli e performance proposti in cinque giorni in diverse location sparse nel centro della città ticinese. Fra i nomi di spicco di Territori '15 da segnalare quelli di Theater Hora, Winter Family, Pippo Delbono, Cuocolo Bosetti, Jill Greenhalgh e molti altri. La prevendita per tutti gli spettacoli di Territori '15 è in corso da subito presso l'Ufficio turistico di Bellinzona, tel 0041 (0)91 825 21 31. Di seguito il comunicato stampa completo di presentazione di Territori '15.

19 giugno 2015 - Comunicato stampa di presentazione di Territori '15 (Italiano)

 

 

Spettatori in aumento del 10% per un festival più solido

Comunicato stampa finale di Territori '14


Si è conclusa ieri, sabato 19 luglio, con lo strepitoso recital di un Paolo Rossi in splendida forma la seconda edizione di Territori - Festival di teatro in spazi urbani di Bellinzona. Per gli organizzatori, Bellinzona Teatro e Bellinzona Turismo in stretta collaborazione con la Città di Bellinzona, Territori ‘14 ha confermato il successo della prima edizione del nuovo festival, rappresentandone al contempo un significativo consolidamento sul piano artistico, organizzativo e della rispondenza del pubblico. Molto apprezzati sono stati il profilo, il rigore e la specificità della proposta.

Durante i cinque giorni di programmazione circa 2'700 persone complessivamente (+ 10% rispetto al 2013) hanno assistito ai 19 spettacoli in programma. Un esito oltremodo significativo considerato che, nell’ottica di una sostenibilità finanziaria sul medio periodo del festival, il budget per spettacoli di Territori ’14 era sensibilmente inferiore rispetto alla prima edizione. Si è riscontrato anche un aumento degli accreditati, segnatamente di direttori di teatri e festival e di operatori culturali provenienti da ogni parte della Svizzera. Tutte le repliche degli spettacoli svoltisi a Villa dei Cedri hanno registrato il tutto esaurito, mentre la compagnia Girovago & Rondella ha prolungato di un giorno la sua presenza a Bellinzona per far fronte alle molte richieste del pubblico di assistere allo spettacolo “Manoviva” sul teatrobus parcheggiato in Piazza Nosetto.

Bellinzona si è confermata una città ideale per accogliere questo genere di proposta, in particolare per la sua conformazione urbanistica. Per la prima volta Territori ha utilizzato gli spazi di Villa dei Cedri e del Teatro di San Biagio, ottenendo buoni riscontri sia da parte delle compagnie che li hanno utilizzati che del pubblico che li ha frequentati. Anche grazie all’ottima collaborazione istaurata con il Civico Museo di Villa dei Cedri questa “cittadella della performance” è stata una delle note più positive della seconda edizione del festival.

Per unanime opinione della critica e del pubblico pure la qualità complessiva della programmazione di Territori ’14 si è rivelata più solida rispetto alla prima edizione. Entusiasta è in particolare il giudizio dei festivalieri sui due spettacoli-rivelazione di quest’anno, “Rauw” con i piccoli danzatori della compagnia belga Kabinet K e “Abymes” della NoNameCompany di Losanna. Ma lusinghieri giudizi hanno raccolto anche molte altre proposte del Festival di teatro in spazi urbani di Bellinzona, come il Progetto Ligabue di Mario Perrotta (“Un bes” e “Pitur”), “Thérèse et Isabelle” di Valter Malosti con Isabella Ragonese e Roberta Lanave, “Alibi” di Lorena Dozio, “Entre Serre et Jardin” dell’Atelier Lefeuvre & André e “Le case di La Tung La La” di David Ymbernon.

Lo staff è già al lavoro sulla programmazione di Territori ’15. Gli organizzatori danno fin da ora appuntamento a Bellinzona per la terza edizione del Festival di teatro in spazi urbani, in calendario dal 14 al 18 luglio 2015.

 

Comunicato stampa di presentazione di Territori '14

17 giugno 2014 - Conferenza stampa di presentazione di Territori '14 (Italiano)